Il Tè che non è un Tè
9 luglio 2017
Lo specchio dell’Anima per comprendere chi sei e dove stai andando
9 luglio 2017
Show all

Non invecchiare con la Maca

Riscoperta in Sudamerica una pianta la cui radice ha un potente effetto antinvecchiamento e in grado di potenziare la massa muscolare. L’assenza di sostanze nocive la rendono unica nel suo genere.
Maca è l’abbreviazione di Lepidium Meyenii, una pianta con una storia molto antica e interessante. Usata da secoli dalle popolazioni Inca, può essere considerata il “ginseng peruviano”. Il Maca cresce in Perù tra le alture selvagge ed inospitali delle Ande dove vive spontaneamente in balia dell’escursione termica: sembra che si serva di un particolare meccanismo di autoprotezione che ha sviluppato in molte migliaia di anni. Le popolazioni locali la utilizzano da circa 5000 anni sia come fonte nutritiva (può essere tra l’altro cucinata in molti modi, similmente alla patata) che per le sue proprietà medicinali.
Sulla Maca e sui benefici che essa apporta esiste una vasta letteratura; ciononostante fino a qualche anno fa, pur avendo già conosciuto una diffusione in Spagna all’epoca dei conquistadores, essa veniva utilizzata solo nelle Ande peruviane e quindi reperibile solo sui mercati locali. Coltivata da tempi antichi, la maca, ha svolto un ruolo fondamentale nella dieta delle popolazioni peruviane tanto che veniva considerata dalla tradizione popolare un “dono degli dei”. Dopo la conquista spagnola fu introdotta con successo anche in Europa dove venne apprezzata per l’effetto positivo sulla fertilità e le proprietà afrodisiache. Uscì finalmente dall’oblio a seguito della pubblicazione di un libro che documentava il lavoro svolto da alcuni ricercatori negli anni ‘70 e ‘80 sulle cosiddette “piante perdute delle Ande”. La pubblicazione ebbe il merito di far conoscere diffusamente l’esistenza della pianta e delle sue straordinarie qualità. Di questa pianta si utilizza la radice, ricca di principi nutritivi e povera di grassi. Fornisce infatti un buon apporto di carboidrati e minerali, oltre ad avere un importante contenuto di iodio, una presenza importante di vitamine (B1, B2, B12, C, E), fibre e amminoacidi essenziali. La Maca è considerata un’eccellente alimento ad alto potere nutritivo. I tuberi costituiscono uno tra i prodotti andini più versatile dal punto di vista culinario potendo essere consumati freschi o secchi, bolliti o arrostiti, soli o accompagnati. La polvere tostata viene utilizzata come ingrediente principale nella preparazione di vini, liquori dolci. I tuberi di Maca presentano un interessante valore nutrizionale se paragonati con altri alimenti come la patata, le carote (Daucus carota), la rapa (Brassica campestris). Anche la frazione dei minerali appare interessante per il significativo contenuto in Fe, Ca, Cu, Mn. I tuberi sono utilizzati come rimedio nelle affezioni delle vie respiratorie, nell’artrosi reumatica e nell’ipertensione. La capacità di migliorare la vitalità ed accrescere la resistenza dell’organismo potrebbe essere dovuta al suo alto contenuto in Iodio e Zinco, aminoacidi e vitamina C.
Da ricordare che, benché priva di caffeina, la radice del Maca vanta proprietà stimolanti sul sistema nervoso, coadiuvando fisiologicamente le capacità di concentrazione, la lucidità mentale. Per le sue proprietà toniche ed energetiche si è dimostrata un naturale aiuto fisiologico per chi soffre di sindrome da stanchezza cronica e depressione, perché svolge un’attività intellettuale impegnativa (es. studenti, manager, ecc.).
La Maca è ricca di aminoacidi essenziali, minerali e vitamine, per questo motivo è largamente utilizzata da quei soggetti che vogliono sviluppare la massa muscolare o necessitano di un supporto energetico supplementare sia a livello fisico che mentale.
Al contrario di molte piante energizzanti la MACA non contiene stimolanti nocivi.
 Riepilogando, la maca è utile per:
– Aumentare l’energia, la resistenza atletica ed il rendimento sessuale.
– Favorire la lucidità meritale, migliora la memoria, la concentrazione e la capacità di lavoro.
– Rallentare la caduta dei capelli.
– Aumentare la massa muscolare magra.
– Stati depressivi
– Stati di affaticamento cronico.
– Stimolare il funzionamento dell’apparato sanguigno
– aumentare la libido (effetto afrodisiaco).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *