L’olio essenziale della menta
9 luglio 2017
Non invecchiare con la Maca
9 luglio 2017
Show all

Il Tè che non è un Tè

Il Tè rosso cresce in Sud Africa, dove è utilizzato da secoli. La droga è costituita dalle foglie, utilizzate per ottenere un infuso dal bel colore rosso ambrato, dal gusto delicato e gradevole, che proprio per il suo colore viene chiamato dalle popolazioni locali Red Bush o Tè rosso africano, o anche Rooibos, che in lingua afrikaans significa cespuglio rosso. Le foglie del Rooibos non contengono caffeina, quindi il loro infuso non ha proprietà eccitanti come il classico
Tè. Dopo il raccolto, le foglie sono tritate e fatte fermentare, quindi lasciate asciugare al sole; il prodotto è così pronto per l’utilizzo tramite infusione in acqua calda, proprio come il Tè, ma lasciandolo macerare per un tempo un po’ più lungo per favorire l’estrazione delle sostanze antiossidanti di cui il Rooibos è ricco. Il tè rosso è una bevanda dal sapore gradevole e di colore rosso; nonostante venga sempre descritto come tè, non lo è tecnicamente, nel senso che non contiene né teina né tantomeno caffeina, il che lo rende perfetto per chi vuole assumere una bevanda ad infusione che non contenga sostanze psicoattive. Il tè rosso è in realtà un infuso di una pianta originaria del Sudafrica il cui nome scientifico è Aspalathus linearis, ma che è meglio conosciuta come Rooibos.
E’ interessante sapere che gli effetti benefici del Tè Rooibos sono stati studiati dalla medicina ufficiali, per capirne le proprietà come per il tè verde. Una ricerca in vivo condotta dall’Ente pubblico italiano per la ricerca in materia di alimenti e nutrizione, ha valutato direttamente sull’uomo le proprietà antiossidanti dei te’ Rooibos. ’’A 20 anni dallo studio Inran che dimostrava per la prima volta sull’uomo le proprietà antiossidanti dei té verde e nero – conclude il ricercatore Serafini – abbiamo provato che le stesse caratteristiche possono essere attribuite anche al rooibos’’. Berne ogni giorno puo’ contribuire ad aumentare le difese antiossidanti, rafforzando la protezione dai radicali liberi in eccesso’, afferma Mauro Serafini, il ricercatore Inran (Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione) che ha coordinato lo studio, pubblicato su Food Chemistry, sull’infuso di origine sudafricana.
Per quanto riguarda la preparazione, il tè rosso si ottiene come quello verde e nero, e sarebbe meglio berlo al naturale. Nonostante non sia un tè vero proprio, questa bevanda contiene diverse proprietà benefiche, soprattutto visto il suo importante contenuto di antiossidanti. Il Rooibos è particolarmente ricco di polifenoli, flavonoidi, vitamina C, minerali; i più attivi come antiossidanti sono i flavonoidi, dei quali la luteolina si è dimostrata essere la molecola più caratteristica ed attiva, che rende questa pianta officinale un ottimo “spazzino” dei radicali liberi. In particolare, il té rosso rafforza il sistema immunitario, facilita la digestione delle bevande grasse e regola le funzioni del fegato e delle ghiandole intestinali. Esistono numerose diete che introducono il tè rosso avvalendosi delle sue funzioni particolarmente efficaci per il controllo del peso, così come sulla possibilità di sostituire o ridurre l’eccesso di caffè, con chiari effetti benefici per l’organismo. La maggior parte di queste prevede l’assunzione tramite infusione dopo i pasti. Il tè rosso è, infine, particolarmente indicato per combattere il colesterolo alto. L’assenza di caffeina, il basso contenuto di tannini, la ricchezza di sostanze antiossidanti e il suo sapore assai gradevole fanno del Tè rosso un’ottima bevanda salutare adatta a sostituire il Tè verde: può essere utilizzata da adulti, bambini ed anziani, anche nelle ore serali, poiché non disturba il sonno; anzi, nell’uso tradizionale il Rooibos è utilizzato per migliorare la qualità del sonno e per i disturbi digestivi. Studi recenti ne hanno messo in evidenza, confermandole, le sue proprietà antiossidanti, utili per migliorare la salute e per favorire la bellezza della pelle. Inoltre, il tè rooibos aiuta nella prevenzione dei disturbi metabolici e favorisce l’attivazione dell’enzima che regola l’appetito e il dimagrimento. E’ quindi consigliato anche in caso di diete. Il colore rosso del tè si ottiene facendo ossidare le foglie e gli steli della pianta.
Un ottima bevanda per riscaldare le giornate fredde e soprattutto per ringiovanire con semplicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *